Cremazione a roma

La cremazione delle salme è un’alternativa alla sepoltura tradizionale, che consiste nel ridurre in cenere le spoglie mortali della persona defunta. La 
cremazione sta diventando una pratica sempre più usuale nella cultura funebre italiana. Anche la Chiesa cattolica ha dimostrato di non essere contraria alla cremazione: di fatto, dal 1963 la scelta di essere cremato non è una decisione che va contro i principi del Cattolicesimo. 

 

Come avviene la cremazione?

Così come ogni altro aspetto che riguarda l’organizzazione del rito funebre, anche la cremazione è regolamentata da una specifica normativa, che deve essere rigorosamente osservata.

In primo luogo è il Sindaco che autorizza la cremazione, sulla base della volontà testamentaria espressa dalla persona scomparsa.

In mancanza del testamento, ad esprimere la volontà deve essere il coniuge, o, in sua assenza, il familiare più prossimo al defunto.

Nel caso in cui quest’ultimo risulti iscritto ad associazioni per la cremazione riconosciute, basta presentare una dichiarazione sottoscritta dall’associato e convalidata dal presidente della stessa associazione.